Engame

Consulenza Digitale Strategica Milano

I branded content sono contenuti commissionati da aziende che pagano per la realizzazione di un articolo.

Per alcuni si tratta del futuro del giornalismo, per altri la sua fine.
Il branded content trova spazio nel mondo della comunicazione d’impresa, settore marketing, ma non nasce certo con internet. Pioniere fu Furrow, un magazine specialistico con contenuti utili e pratici, realizzato nel 1985 da un agricoltore. Ma questo non è l’unico caso di branded content, durante la Guerra fredda la Nasa strinse una partnership (anche monetaria) con Life, in cambio della copertura completa delle storie degli astronauti e delle loro famiglie.

Tuttavia il fenomeno esplode con il web 2.0, per rispondere alla necessità delle aziende di attenuare i costi pubblicitari cogliendo al tempo stesso, la possibilità di indirizzare i contenuti al proprio target di punta.
Ecco perché oggi le aziende sono disponibili a spendere per pagare giornalisti che raccontino storie e parlino al loro pubblico, purché siano correlate anche da legami piuttosto ampi al mondo, ai valori, ai messaggi del brand.
Articoli sponsorizzati dal brand, ma che non parlano direttamente del brand.

Un caso famoso

Coca Cola Journey, il sito della Coca Cola, è diventato nel 2012 un web magazine che impiega una cinquantina di giornalisti solo per gli Usa – dal dicembre 2014 ne esiste anche una versione italiana – dove non si fa solo pubblicità, o si parla esclusivamente dell’azienda, ma ci sono articoli di economia, attualità e altro.

Hai trovato questo articolo interessante? Condividilo!

Leave a reply

  • Engame
  • Engame
  • Engame
  • Engame

Engame Web Agency è un'iniziativa di
Martina Paola Gambini P. IVA 09889650967
Privacy Policy
Engame Web Agency © 2016