Engame

Consulenza Digitale Strategica Milano

Pubbliche relazioni digitali

Pubbliche relazioni digitali: definizione

La definizione di pubbliche relazioni digitali non è semplice e presenta alcune difficoltà a causa della sovrapposizione delle pr con altri settori della comunicazione digitale.

Le pubbliche relazioni digitali, o digital pr sono delle nuove attività di comunicazione sul web. Esse servono:
  • Per creare attenzione intorno ad un evento
  • Per creare opinioni positive coinvolgendo influencer e blogger
pubbliche-relazioni-digitali

Fonte: https://www.proactivereport.com/wp-content/uploads/2013/07/digital-pr-1-Fotolia_49248353_XS.jpg

 

Le pubbliche relazione digitali di successo uniscono creatività e strategia, riescono a coinvolgere blogger ed influencer ed a prevenenire crisi on line.   L’importanza della reputation in rete ha assunto dimensioni considerevoli negli ultimi anni. Le digital pr permettono di creare relazione tra il brand e gli utenti al fine di generare passaparola, il WOMM (Word-of-mouth marketing). Ogni marca che vuole avere visibilità sul web dovrebbe entrare all’interno delle conversazioni per scoprire le opinioni di milioni di utenti.

Nel seguente articolo scopriamo come fare pubbliche relazioni e quali sono gli attori e le fasi coinvolte in tale processo.

Come fare pubbliche relazioni digitali

Al giorno d’0ggi sul web ogni utente ha la capacità di esperimere la propria opinione riguardo un brand, un prodotto o un servizio. Intercettare e prendere parte a queste conversazioni online è il primo passo per ogni azienda che punta ad una presenza qualitativa sul web. Interagire con queste community virtuali significa anche rispettare alcune regole relazionali con gli utenti partecipanti.

Per prima cosa bisogna generare il passaparola , il WOMM, ovvero quel processo di naturale scambio di informazioni riguardanti un brand. Il passaparola viene attivato su siti non ufficiali quali blog forum e community.

pubbliche-relazioni-sociali-1

Fonte: http://www.mcagroup.biz/site/sites/default/files/images/images/Copy%20of%20Cloud%201.png

In questi spazi avviene il “seeding”, letteralmente “semina”. Ci si rivolge a blog o community ben precise, contattando influencer ed opinion leader specifici per informarli e renderli partecipi della propria attività. Lo scopo di queste attività è mirata a coinvolgere persone influenti ed autorevoli riguardo un certo argomento per aumentare la propria credibilitùà sul web.

Gli influencer sono degli opinion leaders, persone che hanno grande seguito e stima in rete e che riescono a condizionare il comportamento dei followers. Sono di vitale importanza per la propagazione virale di informazioni e contenuti poichè hanno grande presa sulle communities influenzandone i processi decisionalie. Esistono vari modi per rintracciare e contattare gli influencers:

  • Tramite Google alert, che ci avvisa chi, come e quando si parla sul web di contenuti di nostro interesse
  • Tramite la verifica degli hashtag che indicizzano gli argomenti sui vari social
  • Attraverso la verifica del KLOUT, ovvero l’indice di reputazione. Esso viene misurato in base alla quantità delle interazioni sui vari social. Più è alto questo indice, che è compreso tra 1 e 100, più la persona è autorevole.

Le attività di pubbliche relazioni digitali iniziano sempre con una fase di ascolto. Il primo passo per stabilire delle relazioni digitali è il monitoraggio dei vari canali per capire chi sta parlando, dove ed in quale momento. Dopo aver organizzato la fase di listening, si passa a quella riguardante l’elaborazione dei contenuti, la content strategy. Come per ogni contenuto proposto nel web, anche nelle digital pr bisogna creare contenuti interessanti e coinvolgenti, che suscitino curiosità ed engagment. La content strategy ha il preciso obiettivo di creare interazione al fine di innescare il passaparola. La chiusura del processo riguarda l’elaborazione e l’analisi dei risultati. I dati raccolti tramite pubblica relazione digitale possono essere monitorati sia quantitativamente che qualitativamente attraverso parametri quali: numero di post e articoli che hanno parlato del nostro brand,numero di citazioni del brand, condivisioni, commenti, like di un post,dati di traffico/visite ai post, numero di persone raggiunte con la campagna.

pubbliche-relazioni-digitali-2

Fonte: http://static1.squarespace.com/static/53b3016de4b0d07e926c39c1/53c934fee4b0d4e3bfa6584a/53d166afe4b03d9645f13083/1406232254523/cover+Digital.jpg?format=1500w

 

Le relazioni pubbliche digitali influiscono sulla nostra web reputation, influenzano gli opinion leader e creano movimenti di opinione pubblica, influenzando i sentimenti e le propensioni degli utenti. Possono aiutarci ad avere più visibilità, a creare connessione emotiva con i consumatori.

Le digital pr hanno un’enorme potenzialità ma sicuramente il loro utilizzo può essere efficace in alcune aree specifiche escludendone altre. Le opinioni possono essere orientate ed influenzate ma certamente non si può imporre un idea nelle teste di milioni di persone. Soprattutto sul web che tratta una materia così liquida e sfuggente. Per raggiungere e mantenere visibilità e credibilità sul web, è buona norma integrare le pr digitali in una strategia di comunicazione ampia e strutturata, che prevede l’utilizzo di più piattaforme integrate.

CONTATTACI PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Email (richiesto)

Nome e cognome (richiesto)

Oggetto

Messaggio

[wpgdprc "
Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web"]

Hai trovato questo articolo interessante? Condividilo!

Leave a reply

  • Engame
  • Engame
  • Engame
  • Engame

Engame Web Agency è un'iniziativa di
Martina Paola Gambini P. IVA 09889650967
Privacy Policy
Engame Web Agency © 2016