Engame

Consulenza Digitale Strategica Milano

Cosa non fare sui social media

Consigli pratici per una buona strategia sui Social Media


 

Gli errori che si commettono sono moltissimi, ma in questo articolo ne tratteremo 4, i più frequenti che si notano.

1. Censurare gli utenti

La verità fa male come è noto; e sembra che sui social media questo detto sia più vero che mai.

Si è spesso sentito di utenti che nel momento in cui hanno fatto notare alle aziende qualche dettaglio scomodo dei loro servizi o dei loro prodotti, la loro risposta è stata l’eliminazione dell’utente e il ban dalla pagina.

Non è sicuramente il modo migliore di comunicare con i propri clienti, anzi non è proprio un modo di comunicare :-D.

L’effetto boomerang non tarda ad arrivare: l’utente censurato potrebbe diffondere l’accaduto a tutti i suoi amici e followers, riversando la sua rabbia sui social, dove si sa, le notizie hanno un potenziale di viralità elevatissimo.

In breve: l’azienda perderebbe molta credibilità e professionalità (detto in parole povere, perdite economiche).

I Social Media sono nati con lo scopo di far comunicare le persone fra di loro. Anche se un utente critica un servizio o un prodotto, non bisogna censurarlo ma  accettare la critica e attivarsi per risolvere l’errore.

2. Ignorare o non rispondere

Vi è mai capitato di citare qualcuno su Facebook, Twitter o Google e non ricevere risposta? Non è molto antipatica la cosa? Alla fine i Social rispecchiano un po’ la vita reale: quando una persona vi ignora, non vi da fastidio?

Ecco perché bisogna dare sempre segni di vita sui Social Media. Quando un utente vi menziona dovete sempre rispondergli (o almeno fategli capire che avete letto il messaggio).

Da una semplice menzione possono nascere discussioni molto interessanti e possono coinvolgere altri utenti. In questo modo la visibilità del vostro profilo aumenterà.

Non rispondere ai commenti o ignorarli non farà altro che causare l’effetto contrario: l’utente smetterà di seguirvi.

3. Troppa formalità

Il lei scordatelo! Non vi è più differenza fra azienda e cliente, sono tutti sullo stesso piano.

Il cliente vuole comunicare con persone reali, vere. Odiano il voi e la terza persona, vogliono sentirsi a casa.

Dare del tu o utilizzare le emoticons sui Social Media non è un male ma, al contrario, può aiutare a rendere la comunicazione più vivace.

4. Logo e Brand fuorvianti

Quando un utente arriva sui vostri profili online deve avere subito chiaro il brand e il logo della vostra azienda.

Prima ancora di rendere pubblica la tua pagina, create le varie immagini del profilo (foto profilo, immagine di copertina) adattate alle dimensioni richieste dai vari Social Media.

È importante che l’immagine del profilo abbia il logo del Brand! Ricordatevi che i Social Media hanno dimensioni e linee guida precise per quanto riguarda la pubblicazione delle immagini.

È molto facile danneggiare la propria immagine sui Social Media se non si fa attenzione a questi piccoli accorgimenti, voi li seguite tutti?

 

Hai trovato questo articolo interessante? Condividilo!

Leave a reply

  • Engame
  • Engame
  • Engame
  • Engame

Engame Web Agency è un'iniziativa di
Martina Paola Gambini P. IVA 09889650967
Privacy Policy
Engame Web Agency © 2016